Tag Archives: cinema

Tutto può accadere a Broadway, di P. Bogdanovich

Tutto può accadere a Broadway, di P. Bogdanovich

Titolo italiano deboluccio (come spesso accade) per una classica commedia americana degli equivoci firmata Bogdanovich, quindi piacevolissima. Si tratta di una storia delicata, romantica e divertente tutta ambientata a New York, che ricorda tantissimo Woody Allen nelle sue commedie migliori. E’ imperniata su una ragazza che fa la escort per tirare su soldi, ma in realtà è un’aspirante attrice e ...

Read More »

Lo stagista inaspettato, di Nancy Meyers

lo stagista inaspettato

Certamente non è un capolavoro, è piuttosto inverosimile, un po’ rigido nella struttura e inondato di melassa nell’ultima parte ma ….. io mi sono molto divertita, soprattutto nella prima metà. Cosa peraltro piuttosto comune nelle commedie americane, partono benissimo e poi si perdono un po’ lungo la strada perché la storia non regge con la stessa forza fino alla fine. ...

Read More »

medio-man(ager)

medio manager

  Liberamente ispirato dal favoloso lungometraggio di Maccio Capatonda, Italiano Medio, piuttosto che dal supereroe Medio-Men della mai dimenticata Gialappa’s Band dei tempi d’oro, mi trovo a voler introdurre questa categoria di cosiddetti “manager”. Con questo non si vuole fare una dissertazione sul Middle Management, che sappiamo più o meno tutti di che trattasi, bensì sulle caratteristiche personali ed umane ...

Read More »

Boyhood, di Richard Linklater

Un bellissimo film del 2014 che mi ero persa. Narra la storia di una famiglia americana (con i genitori separati) lungo l’arco di 12 anni, filmando sempre gli stessi attori (padre, madre e i due figli) esattamente lungo l’arco di 12 anni, riunendo periodicamente lo stesso cast per le riprese. Ai 4 attori principali si uniscono una serie di altri ...

Read More »

Giovani si diventa, di N. Baumbach

giovani si diventa

Un film che, a guardare il trailer, promette di essere una commedia all’americana (quindi fatta molto bene e divertente) e invece commedia non è. Non mancano però spunti molto interessanti e un’analisi della società che condivido in pieno. Oltre ad un sempre molto godibile quadro della vita a NY (Manhattan o Brooklyn?). Si parla di una coppia di quarantenni (Naomi ...

Read More »

Youth, di Paolo Sorrentino

Mi è piaciuto e mi ci sono ritrovata. Nella potenza di certe scene, nella fotografia bellissima (come sempre di Luca Bigazzi), nella musica melodiosa, battente e avvolgente, nei dialoghi semplici e profondi. Un film di grande forza recitativa in cui spiccano 4 (5 se contiamo anche J. Fonda) personaggi a tutto tondo che emergono dalla scena, in cui tutti gli ...

Read More »

Forza maggiore, di Ruben Östlund

Un film svedese, piuttosto strano e gelido. Un famigliola “felice” e benestante (genitori e due bambini) va a trascorrere 5 giorni in un residence modernissimo sulle Alpi francesi. E qui succederà qualcosa (di per sé poco rilevante) che destabilizzerà i rapporti dei componenti della famiglia. I genitori (Tomas ed Ebbe) si scopriranno diversi da come erano sempre stati e anche ...

Read More »

Movie@Home: Interstellar

Oggi inauguriamo una nuova rubrica, dedicata alla recensioni di film già passati nelle sale ma non per questo non interessanti, anzi. Il primo film è Interstellar, di Christopher Nolan. La recensione di oggi è a cura di Federica, una nostra assidua lettrice.   Bello. Indubbiamente bello. Le immagini sono solo la punta dell’iceberg della bellezza di questo film. Non capisco ...

Read More »

Mia madre, di Nanni Moretti

Film un po’ blando per i miei gusti, che diventa importante nella seconda parte. Nanni Moretti fa un film sugli ultimi giorni di sua madre, recentemente scomparsa e alla quale era notoriamente molto affezionato tanto che spesso nei film precedenti impersonava il personaggio di Michele Apicella, cognome della madre. La parte iniziale non mi ha trasmesso emozioni, il che è ...

Read More »

Una nuova amica, di François Ozon

Un film che tratta una tematica seria (il travestitismo) mandando tutto in vacca come se fosse una storiella sdolcinata. Pessimo. Totalmente fasullo: nei rapporti delle persone, nell’ambientazione sociale, nei sentimenti, nelle emozioni, nelle situazioni, nelle espressioni ecc. ecc. Una specie di cartolina con i fiori di pesco e i passerotti.  Anche la colonna sonora è coerente, cioè tremenda, soprattutto nella ...

Read More »