Ritorno al futuro: il 2015 immaginato nel 1985

Ritorno al futuro“Strade? Dove andremo non c’è bisogno di strade.” Sono queste le parole che Doc Brown disse a un perplesso Marty McFly prima di far decollare la Delorean e lanciarla a 88 miglia all’ora verso la seconda avventura di Ritorno al Futuro. Questa volta i due protagonisti viaggiano nel tempo fino a raggiungere il futuro per salvare la famiglia McFly dalla rovina. Ma qual è la data esatta del loro arrivo nel futuro? Esatto, il 21 ottobre 2015, oggi.
Nel 1985 questa data sembrava lontanissima nel tempo, ma ora che ci siamo arrivati, sorge una domanda: quali sono le differenze fra il “nostro” 2015 e quello cinematografico creato da Zemeckis? Una delle differenze più visibili è che a tutt’oggi non ci sono macchine volanti che volteggiano nei nostri cieli, sebbene società come la slovacca Aeromobil abbiano annunciato il lancio entro il 2017 della “macchina volante” Aeromobil 3.0. Anche l’americana Terrafugia ha TerrafugiaTF-X pic01in programma di mettere sul mercato il suo modello TF-X a decollo verticale, ma in questo caso ci vorranno almeno 8 anni prima di poter vedere realizzato questo progetto. In ogni caso l’alto costo di queste auto rendera difficile che diventino un mezzo di trasporto comune come nella Hill Valley cinematografica.

Per quanto riguarda gli ologrammi come quello che attacca Marty in un’altra famosa scena del film, ricercatori giapponesi del Digital Nature Group sono riusciti a creare delle immagini toccabili, ossia che restituiscono una sensazione alle dita quando vengono toccati. Per il momento le immagini riprodotte sono ancora minuscole, ma una volta perfezionata questa tecnologia supererà anche quella immaginata nel film.

Più difficile sarà avere vestiti che si adattano alla persona che li indossa visto che le innovazioni in questo campo hanno prodotto risultati diversi come i vestiti autopulenti o, a breve, quelli in grado di comunicare con i vari dispositivi elettronici.

Ma ecco un video che mostra cosa invece il film aveva previsto e oggi effettivamente esiste

‘Ritorno al futuro’ compie trenta anni

BttFpic04Era infatti il 1985 quando uscì nelle sale Ritorno al Futuro, primo capitolo della trilogia creata da Bob Gale e Robert Zemeckis e diretta dallo stesso Zemeckis. Per celebrare l’occasione i fan americani, ma non solo, si recheranno a Los Angeles per visitare gli studios dove i film sono stati girati o per partecitare ad eventi come il We’re Going Back 2015 che si terrà nella città degli angeli dal 21 al 24 ottobre.

Ma non sono solo i fan a voler celebrare questa ricorrenza. Chiunque abbia visto il secondo capitolo della trilogia si ricordera la scena in cui Marty, passeggiando per la Hill Valley del futuro viene attaccato da uno squalo olografico proveniente da un cinema in cui si proiettava “Lo squalo 19”. Ebbene per celebrare l’occasione la Univelsal relizzerà un finto trailer del film, che fortunatamente non è mai stato realizzato.

Lo studio di produzione americano ha inoltre intenzione di realizzare un cortomentraggio con protagonista l’eccentrico e geniale scienziato Doc Brown, sempre interpretato dall’attore Christopher Lloyd.

Scritto a 4 mani con Marco Vitali

 

About Elena

Elena
Appassionata di comunicazione da sempre, mi sono occupata di relazioni con la stampa per oltre 15 anni in diverse agenzie e poi in azienda. Dopo la nascita di mia figlia ho deciso di lavorare in modo diverso e oggi collaboro come consulente con diverse realtà, principalmente di piccole dimensioni, per aiutarle nella comunicazione soprattutto sui social network. Mi piace leggere, scrivere e cucinare. Mi appassionano la fotografia, Pinterest, lo scrapbooking e la stampa 3D.

Leave a Reply

Your email address will not be published.