(non è così) BANALE

Intervista a Stefano Bossi e Tommaso Puccioni, co-founders di “Banale”

BANALEIncontriamo Stefano Bossi e Tommaso Puccioni, classe 1981, milanesi d’adozione (Tommaso è toscano, Stefano è lombardo). La loro idea nasce sui banchi di scuola, che però sono quelli di un Executive MBA al MIP (per la precisione EMBA Serale 2012), la Scuola di Business del Politecnico di Milano. Tommaso e Stefano decidono di diventare imprenditori e fondano una società che si chiama “Banale”, costruita attorno ad una idea di business decisamente interessante che ci facciamo raccontare direttamente da loro

 Stefano, Tommaso, qual è l’idea alla base di “Banale”?

BANALE punta a lanciare sul mercato prodotti di uso quotidiano arricchiti di “funzionalità intelligenti” e reinterpretati in chiave estetica con l’obiettivo di farli divenire degli status.

I nostri primi 3 prodotti reinventano dei tradizionali accessori per la cura della persona: uno spazzolino da denti, un rasoio e una maschera antismog.banale-web

Qual è il modello di business di “Banale”?

Tutti i nostri prodotti sono durevoli, ovvero ricaricabili o rigenerabili. Non vendiamo commodities ma accessori tencologicamente ed esteticamente evoluti che incorporano ricerca, materiali all’avanguardia ed offrono performance strutturalmente superiori al mercato. Il cliente paga un premium price per acquistare il device ma poi riceve gratuitamente a casa, per un anno, le ricariche con cui alimentarlo. Dopo un anno può rinnovare il device con la nuova versione o acquistare il servizio di ricariche ad un prezzo “fair”.

Che cosa vi ha insegnato questa esperienza rispetto alle precedenti?

Che fare gli imprenditori, provarci tutti i giorni, è la cosa più faticosa e più bella che abbiamo mai fatto. E quindi, forse, quella più giusta.

images-4

Cose sentite di consigliare a chi vuole lasciare il proprio posto di lavoro “fisso” per diventare “imprenditore”?

  • Trovatevi un socio
  • Fate un piano flessibile e non perdete MAI di vista gli obiettivi
  • Mettetevi le mutande di ghisa.

 

About Paolo