Dai fantasmi ai balletti, dall’ufficio sottomarino a quello per le bustarelle

Ok, oggi è domenica e non mi va di pensare all’ufficio, o almeno non seriamente. Per ragioni professionali navigo e cerco con diversi strumenti discussioni, post, tweet, blog su quanto collegato alla vita d’ufficio e ogni tanto i risultati sono così fuori dalla realtà che mi spiace non scriverne. E allora ecco il post adatto per la domenica pomeriggio: quattro storie più o meno assurde che hanno a che fare con l’ufficio.

FANTASMI IN UFFICIO
Io non avevo idea che esistessero su youtube così tanti video di presunte apparizioni di fantasmi registrate dalle telecamere di sicurezza di uffici in varie parti del mondo. A Singapore, la trasmissione Singapore Haunted, ha fatto anche uno speciale dedicato a un ufficio così infestato che il CEO si è visto costretto a trasferire il suo spaventatissimo staff da un’altra parte.
Insomma non basta lavorare tutta la vita anche dopo ci ritroveremo alla nostra scrivania.
Vi segnalo un video demenziale ma vi assicuro che ci sono diverse varianti, dalla sedia che si muove da sola, a volti senza corpo che compaiono sulle pareti (io non sono riuscita a vedere assolutamente niente, non so gli altri 9.922 utenti che cosa abbiano visto..).


LA LOCATION PIU’ INSOLITA PER UN UFFICIO

Ho trovato anche che esiste un ufficio (postale in questo caso) sottomarino. Lo so, lo so è una trovata pubblicitaria, direte voi, ma quando fai una ricerca su articoli pertinenti a situazioni di vita d’ufficio e ti appare questa immagine beh, non puoi non leggere di cosa si tratti. ufficio postale sottomarino
In poche parole, in mezzo all’Oceano Pacifico, vicino all’Australia e alle più famose isole Fiji, c’è una serie di isole appartenenti alla Repubblica di Vanuatu.
E qui i turisti possono spedire le loro cartoline impermeabilizzate dall’ufficio postale o, meglio ancora farsi una foto ricordo davanti alla casella delle lettere.
D’altronde con l’avvento degli smartphone chi le manda più le cartoline?

 

 

DARE LE DIMISSIONI CON UN VIDEO E UN BALLETTO


Questa storia non è nuova (risale a settembre 2013) ma permettetemi di inserirla in questo articolo perchè secondo me ne ha pieno diritto. A molti di noi è capitato di trovarci in disaccordo con le indicazioni del nostro capo, a volte così tanto da spingerci a cercare un altro posto di lavoro. E fin qui tutto normale. Può capitare. Quello che è insolito di questa situazione è la scelta di dare le dimissioni con un video messaggio diretto al capo, caricato ovviamente su Youtube siamo o non siamo nell’era dei social media?, ballando e facendo passare messaggi di critica al metro di valutazione da lui usato per definire cosa è un buon lavoro. Il video ha avuto 18,140,131 visualizzazioni. Fate voi.


E PER L’ITALIA ECCO A VOI L’UFFICIO ‘BUSTARELLE’

Quando ho letto il titolo ‘Rivelazione shock di un imprenditore: “Ho un ufficio dedicato alle ‘bustarelle’ e una contabilità parallela” mi sono chiesta dove fosse lo shock. Poi mi sono detta che appunto questo è l’atteggiamento sbagliato, dovrei sentirmi scioccata da questa dichiarazione, resa in forma anonima al giornalista di Adnkronos che ha redatto larticolo

“E’ soprattutto una questione di ipocrisia, c’è chi continua a scandalizzarsi di fronte a una realtà che noi imprenditori viviamo tutti i giorni: io ho un ufficio dedicato, una contabilità parallela, per le relazioni… chiamiamole relazioni istituzionali”.

 

Ecco, con questo credo di aver concluso il mio giro delle assurdità da ufficio di questa settimana. Per la prossima domenica si accettano segnalazioni e suggerimenti o video della sicurezza che mostrano un fantasma con boccaglio che balla e non emette fattura.

About Elena

Elena
Appassionata di comunicazione da sempre, mi sono occupata di relazioni con la stampa per oltre 15 anni in diverse agenzie e poi in azienda. Dopo la nascita di mia figlia ho deciso di lavorare in modo diverso e oggi collaboro come consulente con diverse realtà, principalmente di piccole dimensioni, per aiutarle nella comunicazione soprattutto sui social network. Mi piace leggere, scrivere e cucinare. Mi appassionano la fotografia, Pinterest, lo scrapbooking e la stampa 3D.

Leave a Reply

Your email address will not be published.