La tazza di caffè che produce energia

Schermata 2015-05-12 alle 11.05.53Ann Makosinski, incredibile ragazza canadese (Saanich, Victoria) di 17 anni, è arrivata ad inventare una nuova “genialata” tanto  semplice quanto incredibilmente efficace: la tazza che produce energia trasformando il calore delle bevande in elettricità. La tazza si chiama e-drink e consiste in una speciale tazza di caffè ricoperta di celle di Peltier che sfruttano il calore di una bevanda calda per caricare qualsiasi dispositivo, attraverso una porta USB situata alla base della tazza. Semplicemente geniale!Schermata 2015-05-12 alle 11.06.03

E la ragazza non è nuova a queste imprese, infatti quando aveva solo 15 anni aveva inventato una speciale torcia elettrica in grado di illuminarsi con il semplice calore della mano. Anche questa invenzione sfrutta il principio di termodinamica delle celle di Peltier.

Inutile dire che Ann già vinto alcuni premi ed è stata ospite del TEDx Talks.

Ne sentiremo sicuramente parlare ancora dato che è solo una teen-ager!

 

About Carla

Carla
Mooolto milanese, quindi fanatica del lavoro. Ma anche di cinema, animali, viaggi lontano, e recentemente anche di escursioni (facili). Ho sempre lavorato nell’ICT, prima con competenza tecnologica e poi nel marketing e comunicazione. Ho fatto la manager per tanti anni. E adesso basta, voglio divertirmi e questo BLOG è una delle mie nuove passioni che mi danno soddisfazione e piacere. Ah dimenticavo: vivo con mio figlio e tre gatti.

2 comments

  1. Umberto De Giovanni

    ciao Carla,
    come vedi seguo sempre i tuoi articoli, ti segnalo che nell’articolo sulla ragazza canadese c’è un piccolo errore, lei non ha inventato nulla in quanto nel 2011 sono stato in Ucraina per un documentario sulla termoelettricità e loro avevano già sperimentato questo prodotto con una caffettiera.
    se vuoi ti mando le riprese che ho fatto
    a presto
    Umberto

    • Carla

      Ciao Umberto! Molto interessante quello che dici. Io ho trovato articoli e tweet sulla/della ragazza che ne parlano ma spero/immagino sia in buona fede 🙂
      Certo che desidero le tue riprese! E’ un onore!!!! Grazie, Carla

Leave a Reply

Your email address will not be published.