Il Cazzeggio in Ufficio. Chapter One: Tinder

A noi di from9to9 non piace prenderci particolarmente sul serio, o perlomeno, ogni tanto cerchiamo di ridere sulle cose, perchè ridere è importante. Per cui lo spirito di questo articolo vuole essere prevalentemente ironico, sperando di riuscirci almeno un po’.

5-fun-activities-to-survive-a-slow-day-in-the-office4Allora, sappiamo che l’arte del cazzeggio in ufficio è un qualcosa che occorre necessariamente imparare con il tempo e l’esperienza. Solo dopo tanti anni di onorato servizio alla scrivania si è in grado di darsi al cazzeggio con quelle necessarie componenti di simulazione che rendono il cazzeggio invisibile ai capi. Una delle possibili forme di cazzeggio di cui parleremo oggi è un app che negli ultimi tempi si sta velocemente diffondendo anche in Italia, anche se all’estero, ad esempio a Londra, è usatissima.

Tinder non è una classica applicazione del cosiddetto “dating”, nel senso che ha delle caratteristiche diverse dai classici siti quali facebook o badoo come ad esempio il fatto di essere geocalizzata ma soprattutto di mostrare il profilo solo quando si è effettivamente online; il profilo è preso da Facebook, quindi non vi troverete (o sarà più difficile che vi troviate) ad avere a che fare con profili falsi. Eccetera eccetera. Per questi motivi e anche per altri è molto utilizzato dalle donne (vere) cosicchè i maschietti chiaramente ne fanno altrettanto largo uso.

Come utilizzarlo in ufficio? molto semplice, essendo solo su mobile basterà che vi appartiate 5 minuti ai servizi oppure a fumare una sigaretta. Se lavorate in qualche grande azienda e/o centro direzionale, sarà molto facile fare conoscenze, per cui potreste ad esempio, una volta messo il “mi piace” sulla persona e trovata la corrispondenza, chattare e prendervi un caffè insieme lo stesso giorno, magari al bar della mensa. Non molto romantico ma efficace.

1103_forbes-cover-tinder-power-people-11-24-14_1000x1309Vi dico subito però che con Tinder si fanno conoscenze delle più disparate, il che non è male per cui non limitatevi alla segretaria dell’azienda accanto o al dirigente di qualche altra azienda del centro direzionale dove lavorate. Usatelo anche fuori dall’ufficio, quando siete in giro. Io ho conosciuto, anche se solo virtualmente (si, perchè il lavoro a valle – incontro – caffè – eventuale cena – etc etc è molto faticoso, time-consuming e, soprattutto, costoso) le tizie più diverse: una pilota di aerei di linea (con tanto di selfie nella cabina di controllo), una ballerina classica con un cane veramente ma veramente enorme (subito sensazione di ansia da domenica pomeriggio al parco con cane-cavallo annesso), una imprenditrice nel settore tessile (dei suoi selfie mi ricordo le labbrone al botox), una sales manager in ambito teatrale, che si dichiarò follemente innamorata di me per poi sparire dopo 2 giorni nel nulla.

Boring Presentation

 

La “valenza cazzeggiante” di questa applicazione è insomma notevole. Resta però una domanda: che cos’è il cazzeggio? E’ più cazzeggio chattare con una persona interessante parlando anche di tematiche serie oppure ore e ore di riunione a parlare del nulla con seriosissime matrici bidimensionali, swot analysis e analisi di “mercato”, dove quasi tutti sono solo comparse e le decisioni sono già state prese? Sappiamo qual è la risposta ma purtroppo dobbiamo far buon viso a cattivo gioco. Se cazzeggiate fatelo senza farvi beccare, anche e soprattutto durante le riunioni dove siete solo comparse.

About Paolo

Paolo
Sono milanese d'adozione, infatti alcune caratteristiche mi differenziano dai Milanesi DOC: ad esempio odio la nebbia e amo il vento. Però si, Milano mi ha sempre affascinato fin da quanto mio papà da piccolo mi portava alla Fiera Campionaria. Quel giorno era una gran festa, ed in particolare ricordo ancora il sapore dei tramezzini dell'autogrill di Dorno, quello grande, il più grande. Amo la musica, il cinema, leggere e molte altre cose ancora, ad esempio suonare la batteria.

Leave a Reply

Your email address will not be published.