I nuovi Imprenditori: “FindYourItaly”

Intervista ad Andrea Monti, fondatore e CEO di FindYourItaly

Incontriamo Andrea Monti, 44 anni, marchigiano di origine e pavese di adozione, professione startupper. Sposato con due figli, Andrea rappresenta il nostro prototipo ideale di startupper, ovvero è un ex-dipendente, nello specifico ex-manager di una multinazionale, dove ha lavorato per anni fino a quando ha deciso con coraggio due anni di fare il grande salto seguendo una spinta valoriale che sta traducendo in business. Ha avuto e condiviso un’idea con alcuni suoi compagni di avventura, quella di creare una nuova esperienza nel modo di viaggiare e di fare la vacanza, ovvero quella di scoprire un’Italia nascosta alle agenzie di viaggio classiche.

andre3 Ma facciamoci raccontare da Andrea direttamente la sua esperienza.

f9t9: Andrea, qual è l’idea alla base della tua startup?

AM: Alla base di FindYourItaly c’è l’idea di far scoprire le bellezze nascoste del nostro paese, quelle meno famose ma non per questo meno belle ed interessanti. L’Italia è una miniera inesauribile di bellezze naturali e paesaggistiche, luoghi da scoprire fuori dai circuiti “mainstream” e quindi anche più abbordabili e meno frequentati. Questa idea in realtà iniziò a frullarmi per la testa molti anni orsono, all’alba della “web-economy”, intorno al 2001, quando per lavoro conobbi molti stranieri desiderosi di conoscere un’Italia diversa dai luoghi comuni. Ma allora mancavano gli strumenti tecnologici per proporla nel modo che ha preso forma adesso.

f9t9: Qual è il modello di business ?

Schermata 2014-12-13 alle 17.23.48AM: E’ molto semplice: noi crediamo nel Turismo Responsabile, per cui vogliamo coinvolgere il nostro cliente facendogli vivere un’Esperienza. E per farlo quindi abbiamo una serie di proposte “a tema”, a seconda del territorio. Così, ad esempio, proponiamo l’ittiturismo sul lago di Como piuttosto che il corso di restauro pittorico, dove il cliente vive in prima persona i luoghi che visita, le usanze del posto, le caratteristiche anche meno conosciute, e lo fa anche grazie ai nostri “Buddies”, ovvero delle persone esperte del territorio dove vivono, che guidano il cliente di FindYourItaly a scoprire le perle nascoste.

f9t9: Che cosa ti ha insegnato questa esperienza rispetto al classico lavoro in un’azienda consolidata?

Schermata 2014-12-13 alle 17.20.55AM: E’ come lasciare il porto per il mare aperto: ogni giorno devi inventare qualcosa per andare avanti, e lo fai senza rete. Dipende da te insomma. Un’esperienza importante, molto diversa dalla vita “corporate” che ero abituato a fare, ma non per questo meno importante: è come fare un vero e proprio Master On The Field, e ciò che si impara non lo trovi facilmente nei libri. Un grosso passo in avanti per me, anche come manager, non solo come imprenditore.

f9t9: Cosa ti senti di consigliare a chi vuole lasciare il proprio lavoro per diventare “imprenditore”?

 AM: Dico che se sentite dentro di voi questa volontà, dategli sfogo, altrimenti ve ne pentireste un giorno. Ma cercate di essere precisi e pragmatici: niente passi nel buio, possibilmente, ma pianificazione; capite se l’idea che avete può funzionare; capite se le vostre finanze ve lo consentono; capite tutto ciò che potete e alla fine un giorno capirete che non potrete faro altro che provarci!

About Paolo

Paolo
Sono milanese d'adozione, infatti alcune caratteristiche mi differenziano dai Milanesi DOC: ad esempio odio la nebbia e amo il vento. Però si, Milano mi ha sempre affascinato fin da quanto mio papà da piccolo mi portava alla Fiera Campionaria. Quel giorno era una gran festa, ed in particolare ricordo ancora il sapore dei tramezzini dell'autogrill di Dorno, quello grande, il più grande. Amo la musica, il cinema, leggere e molte altre cose ancora, ad esempio suonare la batteria.

Leave a Reply

Your email address will not be published.