I due volti di gennaio

Schermata 2014-10-22 alle 18.18.18E’ un giallo che per ritmo e stile è abbastanza anomalo di questi tempi, tratto da un romanzo della grande giallista Patricia Highsmith. L’ambientazione e lo stile possono ricordare certi film di un tempo tipo L’uomo che sapeva troppo di Hitchcock, anche se naturalmente siamo lontani da quelle vette. Comunque è un buon film, decoroso e affascinante soprattutto per storia e ambientazione, mentre dal punto di vista della suspense non decolla mai veramente e non posso dire di averlo visto incollata alla poltrona del cinema con le dita contratte sul bracciolo. Non aspettatevi quindi grandi colpi di scena. Mi è piaciuto soprattutto per l’ ambiguità dei personaggi, che non sono mai totalmente “buoni” o “cattivi” ma anzi si alternano continuamente confondendo lo spettatore. Molto bella, per me che amo le mete caotiche e orientali, l’ambientazione in un mondo affascinante e misterioso, mai facile, soprattutto per degli Americani, abituati come sappiamo ad una società lineare e dove tutto funziona. Molto godibile per questo motivo la scena finale nel bazar di Istanbul, dove confusione, ambiguità e pericolo sono di casa. Anche la colonna sonora è suggestiva e accentua l’atmosfera. Viggo Mortensen è sempre bello, anche se Aragorn era ovviamente un’altra cosa.
Confesso che non ho capito il titolo, qualcuno mi può aiutare?
 

About Carla

Carla
Mooolto milanese, quindi fanatica del lavoro. Ma anche di cinema, animali, viaggi lontano, e recentemente anche di escursioni (facili). Ho sempre lavorato nell’ICT, prima con competenza tecnologica e poi nel marketing e comunicazione. Ho fatto la manager per tanti anni. E adesso basta, voglio divertirmi e questo BLOG è una delle mie nuove passioni che mi danno soddisfazione e piacere. Ah dimenticavo: vivo con mio figlio e tre gatti.

Leave a Reply

Your email address will not be published.