Boyhood, di Richard Linklater

Schermata 2015-09-05 alle 19.55.50Un bellissimo film del 2014 che mi ero persa. Narra la storia di una famiglia americana (con i genitori separati) lungo l’arco di 12 anni, filmando sempre gli stessi attori (padre, madre e i due figli) esattamente lungo l’arco di 12 anni, riunendo periodicamente lo stesso cast per le riprese.

Ai 4 attori principali si uniscono una serie di altri personaggi che entrano ed escono dalla loro vita, esattamente come nella vita reale.

Un esperimento cinematografico interessante e molto ben riuscito, che permette di vedere soprattutto la crescita e lo sviluppo dei due ragazzi, e della loro inevitabile trasformazione fisica e psicologica. Le loro relazioni con i genitori, gli amici, i compagni di scuola. Il film offre un affresco di 12 anni di vita americana e di quella che è la vita di un ragazzo americano di oggi.

Il film si concentra in particolare sul ragazzino, Mason jr., che viene seguito dagli 8 ai 20 anni, quando lascerà definitivamente la casa della madre, genitore con il quale ha sempre vissuto.

Tutti gli attori sono bravissimi e credibili, sia i due veri attori che rappresentano i genitori (Patricia Arquette ed Ethan Hawke) sia i due bambini che diventano ragazzi sotto i nostri occhi.

La sceneggiatura è ben fatta e realistica, una storia di sentimenti ed emozioni, che non si lascia mai andare a sbavature enfatiche e di effetto.

La colonna sonora è veramente uno sballo e, incredibilmente, il film procede di bene in meglio fino all’esplosiva scena finale girata al Big Bend in Texas.

Il film ha preso parecchi premi.

Quindi se ve lo siete persi anche voi, vi consiglio di recuperare.

About Carla

Carla
Mooolto milanese, quindi fanatica del lavoro. Ma anche di cinema, animali, viaggi lontano, e recentemente anche di escursioni (facili). Ho sempre lavorato nell’ICT, prima con competenza tecnologica e poi nel marketing e comunicazione. Ho fatto la manager per tanti anni. E adesso basta, voglio divertirmi e questo BLOG è una delle mie nuove passioni che mi danno soddisfazione e piacere. Ah dimenticavo: vivo con mio figlio e tre gatti.

Leave a Reply

Your email address will not be published.